Giulia Stenti

Mi chiamo Giulia Stenti, ho 23 anni e sono cresciuta a Don Bosco, un quartiere della periferia di Roma. La musica è sempre stata, per me, la retta congiungente tra il mio mondo e quello “reale”: un mezzo di comunicazione irrinunciabile e indispensabile.

Ho fondato la prima band a 13 anni, scrivendo i primi testi, componendo le prime melodie e fantasticando su effetti e scenografie, ispirata dalle atmosfere scure e travolgenti di Evanescence, Within Temptation, Lacuna Coil e dalla musica dark e commerciale degli anni ‘80. Da lì ho cominciato a collaborare con band, cori polifonici e musicisti di ogni genere ed età, affezionandomi in particolare a quelli più umili e creativi, cercando sempre di imparare qualcosa dalla loro esperienza. Da due anni faccio parte dei Circle of Moebius, la band con la quale per la prima volta ho partecipato come vocalist e songwriter alla realizzazione di un album, dal titolo “#6 – Orange October”, e con cui mi sono esibita in locali di Roma come Jailbreak, Traffic e Orion. Durante le esibizioni live il mio primo obiettivo è quello di emozionare ed impressionare il pubblico con suggestioni musicali e visive, atmosfere oniriche ed evanescenti, per farlo entrare in contatto con la più intima parte di sè. Negli anni ho focalizzato il mio impegno sull’interpretazione e sulla personalizzazione della musica, e ho deciso di frequentare l’Accademia Spettacolo Italia per curare la parte tecnica e professionale. Il mio obiettivo è quello di migliorare su più punti di vista possibili, per riuscire ad esprimere al meglio quello che ho dentro, perchè chi mi ascolta riesca ad immergersi pluridimensionalmente nel profondo degli abissi dei miei pensieri.